Hanno provato a svuotare i conti ad altre aziende di Macri

Untitled
I gestori di posta ha agito con l'intento di guidare il presunto dumping con Sideco e Socma - due società del gruppo Macri, ha detto Benitez | Foto: Archivio

Il procuratore argentino Gabriela Boquín accusato business group di argentino post boost, svuotamento dell’azienda nel corso degli ultimi 18 mesi per il gruppo di Macri apprezzati e danneggiare il governo nazionale e altri creditori.
In un parere che ha presentato nei tribunali commerciali, Benitez ha incolpato i dirigenti di mail – che integra l’uomo d’affari della holding Macri – famiglia e il giudice del concorso, Marta Cirulli, record di 16 anni già consumati meno che approva un accordo o resi in bancarotta.
Il procuratore ha presentato venerdì 28 aprile suo parere, 88 pagine, mentre dopo i 120 giorni che il governo argentino ha chiesto alla giustizia di emettere decreti per regolare i potenziali conflitti di interesse e il controllo generale della nazione (AGN) analizzare il record che le stelle della famiglia Macri.
Secondo il documento, il giudice del concorso, Marta Cirulli, autorizzato cinque prelievi di fondi da vicino ai 10 milioni di pesos. Ma dopo che il procuratore ha rivelato che aveva firmato un accordo che considerato “abusivo” e “disastroso” per le casse pubbliche, le autorizzazioni sono state tagliate. Quando posta appello, è stata la manovra per esporre.
 > Correo Argentino annullato udienza su richiesta del procuratore Macri denunciato Cirulli commerciale giudicare e chiamato per la separazione dell’amministrazione corrente dell’azienda Correo Argentino, diretto da Jorge Irigoin, fortemente di Socma. Ha detto che ha fornito informazioni false e trattenuto altri pertinenti per record.
Per Benitez, le teste della posta ha agito con frode durante questi anni di guida il presunto dumping dell’azienda più da mezzo pesos 1 milione al mese da marzo 2016 in vari modi, ma sempre con Sideco e Socma – due società della Macri gruppo – come beneficiari finali.