Russia non vedere la prova di accuse US contro Al-Assad

Untitled
Il Segretario di stato di USA, Rex Tillerson, ha visitato Mosca per la prima volta, dove si stava incontrando con Vladimir Putin e il ministro degli esteri russo. | Foto: EFE

Il ministro di affari esteri della Russia, Serguie Lavrov, fu raggiunto dal suo omologo Segretario di stato degli Stati Uniti, Rex Tillerson, questo mercoledì nel marcato la sua prima visita ufficiale a Mosca. Durante l’incontro, ha mantenuto i suoi attacchi contro il presidente siriano Bashar Al – Assad.
Il tema principale dell’incontro era la situazione in Siria. Entrambi i ministri ha sollevato l’attacco con CW in provincia di Idlib e l’attacco americano contro la base siriana di Shayrat.
> Russia, preoccupata per le minacce da Stati Uniti d’America a Venezuela mentre Lavrov ha ribadito che “La Russia è disposta a far rivivere un accordo con gli Stati Uniti per prevenire incidenti aerei in Siria”, Tillerson ha detto il “livello molto basso” che sono le relazioni bilaterali e la fiducia tra le due potenze nucleari.
Inoltre, Tillerson ha insistito sul fatto che l’attacco chimico è stato “progettato” dal governo siriano. Lavrov, d’altra parte, ha ribadito la necessità di un’indagine imparziale e denunciato tentativi di “termina il governo di Al-Assad”.

Inoltre, secondo Lavrov, l’incontro lasciato colloqui produttivi e sincero, nonostante i tentativi di destabilizzare il rapporto tra i due paesi.
“La storia ha dimostrato che quando stanno cooperando Mosca e Washington non solo guadagnare i nostri popoli, ma in tutto il mondo,” ha detto Lavrov.
Tillerson ha anche detto che “noi dobbiamo porre fine al degrado permanente delle nostre relazioni”.
Un’altra delle questioni sollevate è stato il problema di denuclearizzazione della penisola coreana, idea condivisa da entrambe le nazioni, ha detto il Segretario di stato americano.