A tre anni dall’adesione della Crimea alla Russia

Untitled
Nonostante le pretese dell'ovest dividendo quel paese, Russia difende la sua sovranità territoriale. | Foto: EFE

Questo Giovedi 16 marzo segna tre anni del referendum sull’incorporazione di Crimea alla Russia attraverso il quale, con il 96,6% dei voti, i cittadini di questo territorio hanno deciso di rompere Ucraina.
L’attuale leader della Crimea, Serguéi Axiónov, ha detto che l’adesione con la Federazione Russa ha permesso conserva pace e armonia nazionale nella penisola e Sebastopol. 
“Se mettiamo a confronto la vita in Crimea oggi e il periodo ucraino, sono così diversi come il giorno e la notte. Allo stato attuale, tutti i cambiamenti positivi possono essere controllati in un colpo d’occhio”. Ha detto Axionov. 
Come ottenne l’indipendenza di Crimea?

Crimea era una Repubblica autonoma all’interno dell’Ucraina, ma aveva la maggior parte della lingua russa e un’importante influenza russa. Queste persone non hanno accettato il colpo di stato parlamentare Presidente Víktor Yanukóvich, di aver respinto un accordo di adesione l’Unione europea (UE) dopo la partenza di Yanukovich, leader sociali e politici della Crimea radunato di fuori del Parlamento a Simferopol per chiedere la separazione dell’Ucraina. Hanno richiesto il ritorno alla costituzione del 1992, che prevedeva l’esistenza di un presidente e di indipendenza nella politica internazionale della penisola.
> Russia riconoscerà documenti di ucraini di Donetsk e Lugansk region ha 2,3 milioni di abitanti, la maggior parte dei quali si identificano come i russi etnici e di lingua russa. Foto: “All’unanimità” EFE Crimea Parlamento ha approvato una mozione che prevede l’incorporazione della regione in Russia. Il vice primo ministro di Crimea Rustam Temirgalíev, annuncia che il referendum sarebbe avanzare al domenica 16 marzo 2014.
Nel referendum oltre il 96 per cento degli elettori ha votato l’annessione della Crimea alla Russia. Questa regione e Sevastopol è diventato regioni russe. 
> Chiavi per capire la separazione tra le autorità di Crimea e Ucraina Kiev non hanno riconosciuto i risultati del voto popolare o l’incorporazione della penisola alla Russia. Infatti, chiamato “annessione illegale”, così come gli Stati Uniti e l’Unione europea (UE), che ha imposto una serie di sanzioni sui funzionari russi e alleati di alto rango Mosca in Ucraina.
Il fatto: la posizione di Crimea sulla penisola di Mar Nero, è vitale per il commercio perché è un percorso per gli scambi tra Oriente e Occidente, ecco perché l’Ucraina non vuole perdere il territorio. 
Il governo della Russia ha ribadito in diverse occasioni al governo di Stati Uniti (US) che non tornerà la Crimea in Ucraina, poiché questo appartiene al territorio sovrano.

Tag indipendenza Russia Ucraina Crimea Crimea El Mundo – RTVE – Grupo Reforma – BBC – RT. Lo Sputnik Nóvosti da: teleSUR – ys – SH leggere Turchia assicura inoltre che “Guerre sante” che incombe in Europa Tillerson: bilancio del dipartimento di stato è insostenib Venezuela si erge come un pioniere nella difesa della Rignts umana. HH.

Regina Elizabeth II del Regno Unito approva progetto dell’obiettivo