Papa Francesco visiterà le zone colpite dal terremoto in Italia

Untitled
Francisco ha detto che pensa la gente soprattutto a Amatrice, Arquata del Tronto e Norcia colpite dalla calamità naturale. | Foto: EFE

Francesco Papa ancora una volta espresso la sua solidarietà con le vittime del terremoto di magnitudo 6.2 che ha colpito l’Italia centrale il Mercoledì e ha annunciato, dopo la tradizionale preghiera dell’Angelus, che “quasi impossibile” si sposterà nella zona.

“Spero anche di andare incontro voi, per portarvi personalmente al sostegno della fede e della speranza cristiana,” la Domenica pontefice.

Foto: huffingtonpost.it

Dal balcone del Palazzo Apostolico, Francisco ha detto ai fedeli riuniti in piazza San Pietro la sua “vicinanza spirituale alle popolazioni della regione di Lazio, Marche e Umbria, duramente colpite dal terremoto di questi giorni.”

>> Funerali di Stato in Italia in omaggio alle vittime del terremoto
Anche lui ha detto che pensa “, in particolare in quelli di Amatrice, Arquata del Tronto, Norcia. Ancora una volta dico a quelle care popolazioni che la Chiesa condivide la loro sofferenza e le loro preoccupazioni, e prego per i morti ei sopravvissuti.”

Foto: Reuters

Infine, il Papa ha detto che “la diligenza con cui le autorità, le forze dell’ordine, la protezione civile e volontari stanno operando dimostra quanto sia importante la solidarietà per superare tali prove dolorose.”
>> Amatrice, il popolo italiano, che sarà demolito dopo il terremoto
in un contesto
Il terremoto, che ha devastato vaste aree ultimi mercoledì della regione centrale del paese, ha lasciato un saldo preliminare di 290 morti e 388 feriti.
Il sisma principale ha avuto una magnitudo di 6.2 con epicentro situato nei pressi della valle del Tronto tra i comuni di Accumoli, Amatrice (Rieti) e Arquata del Tronto (Ascoli Piceno).
Il terremoto e una serie di scosse di assestamento si sono fatti sentire in gran parte del centro Italia, tra cui Roma, Napoli e Firenze.