Circa 12.000 sfollati nel nord-est dell’Argentina alluvione

lainfo.es-10014-argentina
Il governo federale il Sabato ha inviato truppe per le popolazioni colpite. (Foto archivio)

Circa 12.000 persone sono state evacuate nelle ultime ore dallo straripamento dei fiumi Paraguay e Pilcomayo nel nord-est dell’Argentina, ha riferito Sabato le autorità della provincia di Formosa (al confine con Paraguay), i più colpiti.
Gli sfollati, i residenti delle zone costiere, è diviso tra Formosa, capoluogo di provincia, 1.200 chilometri a nord di Buenos Aires, e la città di Clorinda.
“Questa straordinaria inondazione del fiume Paraguay, insieme con la pioggia persistente, alcuni ad alta intensità in un breve periodo di tempo, aggravano ulteriormente la situazione già complicata”, ha detto il ministro del governo di Formosa, Jorge Gonzalez.
Il governo, che ha stimato 8.000 sfollati in diverse città colpite, ha dichiarato il Venerdì lo stato di emergenza in quelle zone.
Nei giorni scorsi ha piovuto nella regione circa 400 millimetri e la pioggia non si prevedono fino a Domenica, mentre il fiume Paraguay ha raggiunto 8,54 metri il Venerdì presso il porto di Formosa, record indicato la Guardia Costiera.
Nella vicina provincia di Misiones, al confine con il Paraguay e il Brasile, circa 3.200 persone sono state evacuate, anche se la stragrande maggioranza si trasferisce a casa di parenti e 200 erano in centri di cura, Sabato ha detto il governatore di Misiones, Maurice Closs.
“Questa è una fase di contenimento di questa enorme perdita. Quando l’acqua comincia a cadere vedrà il danno e come riparare”, ha detto Closs.Ha detto che questo è “il più grande alluvione della storia registrata ad Alba Posse, ElSoberbio, San Javier” popolazioni situate sulle rive del fiume Uruguay.
Nel frattempo, nella provincia del Chaco il numero di persone costrette a lasciare le loro case pari a 1.200.
Il governo federale il Sabato inviato truppe per le popolazioni colpite e un elicottero, camion Unimog, cucine e un impianto di trattamento delle acque, secondo un Ministero della Difesa.