Santos: processo di pace esplorativa con l’ELN è riservata

lainfo.es-8986-eln
Il Presidente ha deferito al processo nella sua prima conferenza stampa dopo la rielezione. (Foto archivio)

Nella prima conferenza stampa dopo la sua rielezione, il presidente Juan Manuel Santos ha detto che in Colombia stanno creando le condizioni per il ritorno delle vittime alla nazione sudamericana.
“Le vittime ei loro diritti saranno al centro del conflitto”, ha detto Santos.
In tale ordinanza, ha dichiarato che “non ci può essere impunità in Colombia in quanto le leggi lo impediscono. Anche i trattati internazionali non ci permettono tale impunità”, ha detto.
Il presidente colombiano è stato chiesto in merito ai progressi dei colloqui di pace esplorativi con l’Esercito di Liberazione Nazionale (ELN) ed è stato invitato ad offrire un certo miglioramento sul processo.
“Per dare il contesto: nel processo con le FARC noi iniziamo il processo con una sorta di prelazione”.
Successivamente, “i colloqui segreti all’ordine del giorno e ciò che quei punti sono attorno ai quali abbiamo dovuto accettare”, ha iniziato, ha detto.
Ha sostenuto che questa è “la metà della negoziazione o più. Noi chiamiamo la fase esplorativa solo fino concordiamo punti dolenti hanno fatto i cinque gruppi in Oslo”.
“In questo momento di negoziare con i punti ELN. Stage E ‘un segreto. Non faremo commenti su dove o quando” fino a quando non ha “punti all’ordine del giorno. In quel momento annunceremo”. Predisse che l’auto “sarà il più presto possibile” e ha ribadito che era “legato a quello della riservatezza.”