Santos continuava agenda di politica estera della Colombia dopo le elezioni

lainfo.es-8984-juapa
Ha detto che la sinistra resterà all'opposizione della Colombia. (Foto archivio)

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, Domenica rieletto per il periodo 2014-2018, il Lunedi ha offerto la sua prima conferenza stampa dopo le elezioni, che ha rivelato alcuni pensieri sul suo secondo mandato.
Ha fatto riferimento alle accuse di frode presidente Alvaro Uribe per le elezioni di Domenica. “Io non suggerisco ogni tipo di frode. La nostra democrazia è stata rafforzata in questa elezione e l’entusiasmo per continuare a lavorare nel paese”, ha detto nel suo discorso.
Nel giro di domande, il presidente eletto è stato chiesto chi sarà ora assumere la posizione di sinistra che ha dato sostegno alla gara di Domenica. “I partiti di sinistra hanno detto che avrebbero aiutato la mia rielezione e rimarrebbero in opposizione. Governi devono opposizione”, ha detto Santos.
In tale ordinanza, ha indicato che egli critica è “necessario per qualsiasi governo e di quelli che vogliono restare all’opposizione così sia le forze che vogliono esprimersi in Congresso dovrebbero fare mi sento in buona salute che le discussioni si verificano in questo scenario, .. non ha visto non difficile “.
Egli ha anche fatto riferimento alla politica estera che ha caratterizzato il suo secondo mandato nella nazione sudamericana. “Continueremo la politica estera che ci ha dato ottimi dividendi.” A questo proposito, ha ricordato che stanno facendo la Colombia “un paese indietro. Pace si concluderà questo processo e tutte le persone che uscivano cause del conflitto può essere rassicurati che stiamo creando le condizioni per il loro ritorno”, ha detto.Santos stato anche interrogato sulla situazione in Venezuela e il dialogo che contiene il governo di quella nazione con l’opposizione. “Dobbiamo avere la fiducia di entrambe le parti con grande cura. Fortunatamente abbiamo ottenuto la fiducia di entrambe le parti,” ha detto.
E ha difeso la tabella di dialogo, ma per ora congelato, ha avuto luogo nella nazione vicina. Con “voci critiche della partecipazione di alcuni paesi differiscono e rispettare le opinioni di coloro che credono che il dialogo non è migliore. Penso che sia meglio e trovare soluzioni attraverso il dialogo”, ha detto.
Egli ha ringraziato “tutti i paesi che hanno sostenuto il processo di pace (…) la maggior parte dei presidenti mi hanno chiamato a sostenere che la mia scelta possa culminare nella positiva conclusione di questo processo. Argentina può svolgere un ruolo importante, anche se non è semplice., se necessario, farò la richiesta in Argentina “.
“Quattro anni fa abbiamo avuto pessime relazioni con la regione (…) oggi sono molto positivi. Ha inoltre spiegato che la maggior parte dei leader hanno visto come una scelta positiva e hanno fatto sapere attraverso chiamate e messaggi.
Dopo essere passato dal Uribe Óscar Iván Zuluaga nel primo turno delle elezioni, tenutasi il 25 maggio, Santos, candidato di unità nazionale, alleato con la sinistra per il secondo e Domenica raggiunto la vittoria con un 50 il 95 per cento dei voti rispetto al 45,00 per cento del suo rivale.La notte Saints Domenica, quando è comparso davanti ai suoi seguaci, ha riconosciuto l’appoggio della sinistra e ha promesso “riforme radicali” per garantire la pace e l’uguaglianza nel Paese. “Stiamo andando a sistemare tutto ciò che deve essere corretto, registreremo tutto regolare e faremo il ripristino di tutti che deve essere riformato, perché è quello che dobbiamo portare la pace, di attuare riforme profonde”, ha detto.