Stati Uniti schiera armata tra Siria e Turchia

Untitled
Stati Uniti mantengono la propria presenza nella regione con veicoli blindati. | Foto: Reuters

Il comandante della milizia curda, popolare di protezione (YPG in curdo), Sharvan Kobani, unità ha riferito che l’esercito americano sta portando avanti i preparativi strettamente “controllo” della situazione al confine turco-siria.
Convogli di veicoli blindati su una strada rurale vicino il villaggio di Darbasiyah, al confine con la Turchia possono essere visto nelle immagini trasmesse da attivisti siriani.
Mercoledì scorso seguiti scontri tra forze turche e curde, un giorno dopo l’aria Turchia forza per distruggere una caserma curdo. Gli attacchi sono stati denunciati sia negli Stati Uniti e dalla Russia e ha provocato la morte di almeno 30 combattenti e funzionari del YPG.
Forze curde sono stretti alleati degli Stati Uniti nella lotta contro il sedicente Stato islamico (turco in arabo). Tuttavia, il governo turco li considera un gruppo terroristico per collegamenti con ribelli curdi operanti in Turchia contro il governo di Bashar Al-Assad.
Il funzionario curdo, Ilham Aham, ha confermato che le forze americane hanno cominciato giovedì a pattugliare la zona di frontiera anche per realizzare voli di ricognizione nella regione. Secondo un attivista curdo, Mustafa Bali, la distribuzione si estende dal confine iracheno per diversi chilometri più Darbasiyah West.
> Russia enfatizza il rigetto delle interferenze straniere in Siria