Prigionieri palestinesi in sciopero della fame rifiutano di bere acqua

Untitled
Ogni famiglia palestinese ha almeno un prigioniero membro, o che era in prigione. | Foto: @europapress

Almeno 1500 prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane, in sciopero dal 17 aprile scorso, ha cominciato il mercoledì per rifiutare l’assunzione di acqua, segnalato la palestinese Maan News Agency.
I prigionieri, che sono isolati nel carcere di Ramla, rifiutano di bere acqua, ha detto i congiunti prigionieri palestinesi Society Committee e del Comitato palestinese per i prigionieri gli affari.
A questo proposito, il direttore del Comitato palestinese prigionieri gli affari, Issa Qaraqe, espresso che nelle prigioni di Israele “hanno seguito aumentare misure punitive” nei confronti dei detenuti in sciopero.
> Chiamata sciopero generale a sostegno di prigionieri palestinesi da parte sua, il ministro della pubblica sicurezza di Israele, Gilad Erdan, detto la scorsa settimana che il suo paese non è disposto a negoziare con i prigionieri palestinesi che sono in sciopero della fame.
“Sono terroristi e assassini carcerati che stanno ottenendo ciò che meritano, e non c’è alcun motivo per negoziare con loro,” Erdan ha detto.
Supporto 1500 detenuti in sciopero della fame palestinese ha cominciato il giovedì uno sciopero generale. Nel centro di Ramallah, Cisgiordania occupata, le strade erano vuote, i negozi chiusi e trasporto in sciopero.
Prigionieri palestinesi denunciano le detenzioni senza processo e isolamento, così come la restituzione di alcuni diritti che erano stati li hanno rimossi. 
> Chiamare sciopero generale a sostegno di prigionieri palestinesi Israele Palestina Tag dimostrazioni di sciopero della fame di prigionieri Europa Press – AFP – La Haine di: teleSUR – ek – SB