Gli studenti francesi protesta contro i risultati delle elezioni

Untitled
Scuole francesi stanno protestando contro i risultati del primo turno delle elezioni presidenziale. | Foto: LegacyNewsOff

Nei dintorni di 20 scuole superiori, si svegliavano giovedì mobilitati a Parigi al rifiuto espresso dei risultati del primo turno delle elezioni presidenziali in Francia.
In conformità con il rettorato di Parigi, quattro scuole di istruzione secondaria furono assediate e altri sei sono parzialmente, mentre in una dozzina di diverse azioni per mostrare indignazione sono registrate.
> Mélenchon non rivelerà chi voterà nel secondo turno sulle pareti e porte delle high Schooi leggere grandi striscioni con slogan contro il centrista-liberale Emmanuel Macron e l’ultra-destra Marine Le Pen, i due vincitori del primo giro e classificati per il ballottaggio previsto il 7 maggio.  “Patria, né modello: Ni Le Pen o Macron”, proclamare i manifestanti.
I due candidati sono attualmente in piena campagna per il secondo turno di votazione, in cui sarà definita il Presidente della Francia per i prossimi cinque anni.  

Environ 1000 élèves contiene-e-s sur la place de la République contre le FN! #BlocusNiFnNiMacron #Republique pic.twitter.com/ZgAeQUpO7v – INFOS BLOCUS (@BlocusInfos) 27 aprile 2017 un sondaggio Odoxa pubblicato giovedì indicato che Macron ha perso quattro punti di popolarità nell’ultimo mese e Le Pen ha anche vinto quattro per cento.  
Tuttavia, il giovane leader del movimento in marzo appare come la personalità politica francese che suscita il maggior supporto con 41 per cento dei pareri positivi, seguita da ala sinistra, Jean-Luc Mélenchon (38) e l’ala destra Alain Juppé (37).  
> Elezioni Francia: può cambiare senza cambiare nulla?
Indagini più recenti trovano Macron come il favorito per il secondo turno elettorale, con 20 punti di vantaggio sul suo rivale.