Arrestati 12 membri dell’organizzazione terroristica in Russia

Untitled
Si prevede che detenuti stranieri di essere deportati nei loro paesi d'origine, dove dovrà affrontare il procedimento penale per i crimini di natura terroristica. | Foto: Sputnik

Il servizio federale di sicurezza (FSB) mercoledì segnalato l’arresto di 12 membri dell’organizzazione terroristica internazionale Yihad islamico Jamaat-ul-Mujahidin, vietato nel territorio della Russia.
“Durante un’operazione dei servizi di sicurezza arrestato 12 persone dalle repubbliche dell’Asia centrale, membri di una cellula dell’organizzazione terroristica internazionale Yihad islamico Jamaat-ul-Mujahidin, vietato nel territorio della Russia e possibilmente che partecipano il reclutatore di attività nell’interesse dell’organizzazione terroristica internazionale,” ha detto il FSB in un’istruzione.
L’ufficio regionale del FSB, in collaborazione con la direzione del Ministero degli interni della Russia e la direzione della guardia nazionale (Rosgvardia) della regione di Kaliningrad, arrestato il leader della cellula, cercato i corpi dell’ordine di Uzbekistan di commettere crimini di natura estremista.
Il criminale che confessa ora ha dato informazioni circa la partecipazione di membri della famiglia in attività di organizzazioni terroristiche internazionali.
Secondo la dichiarazione del FSB, il leader della cellula sono stati stabiliti contatti, vengono controllati per le loro possibili relazioni con i gruppi armati illegali operanti nel territorio della Siria.
Il detenuto ha reclutato i residenti della regione di Kaliningrad, comprese le persone native dell’Asia centrale.
 > Russia teme un nuovo attacco con armi chimiche, dare la colpa a Siria