Polizia provenienti da fuoco sfratto delle famiglie a Bogotà

Untitled
Secondo il Segretario di governo Bogota, Miguel Uribe, l'occupazione di queste persone nella zona è illegale. | Foto: lumaca

Un incendio segnalato il lunedì si è conclusa con un RAID di sfratto di 1.200 persone in Suba, nel nord-ovest della capitale colombiana. 
Il fuoco si sono diffuse attraverso diverse case di fortuna, che dovevano essere liberate durante l’invasione di La Esperanza.
La parte lesa con il fuoco è rimasto a una piattaforma della strada principale del quartiere di Bilbao della località di Suba, materassi e con pochi beni che riesce a salvare.
> Almeno 22 morti dopo un incendio durante la messa in abitanti del Senegal che occupa rising terra dicono che la polizia li bruciato loro case per sfrattare. Ma questo è in Colombia, non in Venezuela pic.twitter.com/Tjh8m6kP6U – Milton Henao (@MiltonteleSUR) uno di quelli sfrattati ha detto 25 aprile 2017, “che è stata fatta dall’Esmad, ci hanno mandato fuori tutti i passaggi, hanno cominciato a spingere tutti a bastone per lo più per gli uomini e di occultamento per impadronirsi di lui candela alle famiglie in tutti gli angoli”.
Secondo quelli sfrattati non erano autorizzati a rimuovere i loro oggetti più preziosi e affermano che i segni nel posto c’erano la vendita di farmaci. Leader della Comunità richiesti per non stigmatizzare le famiglie.
Finora, le autorità non segnalare una figura chiara delle famiglie affette, né dare un record di coloro che rimangono sulle rotte di Suba, Bilbao.
> Lo stato di emergenza da incendi boschivi in Florida, Stati Uniti
Nel frattempo, le autorità ha detto che i residenti dell’invasione erano coloro che “hanno iniziato il fuoco” e non escludo che lo hanno fatto in modo che la polizia non riusciva a trovare ci farmaci o prova di atti illegali.