Sanzioni degli Stati Uniti agli 271 scienziati siriani di armi chimiche

Untitled
Stati Uniti ha detto che le misure sono state prese in risposta all'attacco si è verificato il 4 aprile a Idlib gas sarin. | Foto: Bath UK

Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha ordinato di bloccare tutti i beni che appartengono a 271 membri scientifici del centro di studi e ricerca scientifica della Siria (SSRC, per il suo acronimo in inglese) per sviluppare armi chimiche dal 2012.
Oltre il congelamento dei beni, l’ufficio di controllo dei beni stranieri del dipartimento del Tesoro ha proibito a qualsiasi persona o US società fare affari o nei rapporti con gli scienziati. 
Dipartimento del Tesoro statunitense ha detto che sono state adottate misure in risposta all’attacco con sarin gas civili si è verificato su Jan Sheijun, Provincia di Idlib 4 aprile. Attacco chimico lasciato più di 80 morti.
Stati Uniti assicura che il SSRC è responsabile della produzione del gas utilizzato nell’attacco. Due giorni dopo l’attacco, l’attuale US presidente Donald Trump ordinato 59 missile sulla base aerea siriana di Shayrat a Homs (Siria occidentale) come una risposta del presunto attacco con armi chimiche.
Tuttavia, la ricerca della Commissione dei diritti dell’uomo del Consiglio delle Nazioni Unite, dell’organizzazione del (ONU) per la Siria non trovato legami tra Stati Uniti attacco aereo contro quel paese e il presunto uso di armi chimiche in Siria provincia di Idlib. 
“Non abbiamo trovato alcuna relazione tra le emissioni di gas e di bombardamenti… Esistono diverse versioni, ma non abbiamo trovato loro, “ha riferito questo venerdì il Presidente dell’inchiesta della Commissione delle Nazioni Unite, Paulo Sergio Pinheiro, durante una conferenza stampa. Il team di ricercatori dell’ONU anche non è riuscito a identificare il velivolo utilizzato per eseguire l’attacco chimico.
L’attacco di Trump innescato la preoccupazione della comunità internazionale a prendere in considerazione la prima azione militare diretta nel nord del paese contro la Siria. 
Presidente siriano Bashar Al-Assad ha negato che il suo governo è stato l’autore dell’attacco. Fonti militari siriani attribuito il danno ad un’esplosione in una fabbrica di armi chimiche di Al Qaeda. 
> Bolivia avverte che U.S. potrebbe innescare una guerra imminente