Rivista di natura supporta marzo globale di scienziati contro Trump

Untitled
Crescente sostegno per il progresso della scienza contro politiche annunciate da Donald Trump. | Foto: AP

La rivista scientifica “Nature” ha approvato questa settimana di marzo per la scienza che si svolge questo sabato a Washington e altre città del mondo in opposizione le politiche annunciate dal Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.
“‘Natura’ è lieta di offrire il suo sostegno per la marcia e la cosa più importante, il movimento che rappresenta,” indica un editoriale. “Invitiamo i lettori a mettersi in gioco, a mostrare solidarietà e ad esprimersi circa l’importanza della ricerca e prove”. aifrma natura.  
> Tre mesi di Donald Trump nel testo, la rivista riconosce che le voci Unite hanno potenziale per evidenziare importanti argomenti all’ordine del giorno scientifico. “Nonostante i conflitti interni, il messaggio positivo che le folle di persone a favore della scienza ha presentata al resto del mondo stanno andando a mostrare con ogni certezza,” ha detto.
“Coloro che insistono che la marcia rafforzerà le posizioni politiche e renderà la situazione peggiore sono sopravvalutando il potenziale di altri metodi alternativi per cambiare le menti degli ideologi commit alla casa bianca e altrove. E tali voci sottovalutano l’importanza di un pubblico più produttivo per la marcia, uno composto da persone che naturalmente sostiene gli obiettivi della scienza e potrebbero essere guidate da una grande protesta di essere un po’ più attivo per mostrare che il sostegno”, aggiunge.
“Sì, è vero che la Mosca sfuma i confini tra scienza e politica. Ma quella linea è molto più diffuso rispetto alcuni dicono. Si può preoccuparsi di scienza e del pensiero scientifico e allo stesso tempo ignorare il contesto politico in cui opera. Ma è difficile fare quello e a richiesta modifica allo stesso tempo, “dice il testo.
> Il mondo definirà il sabato per la scienza e contro Trump “preoccupazioni che alcuni dovrebbe essere oscurato dall’opportunità di identificare e raccogliere l’energia collettiva che questi eventi forniscono i ricercatori di tutto il mondo,” dice la rivista Nature.
In concomitanza con la giornata della terra, questo sabato, 22 aprile, la comunità scientifica si mobiliterà è per le strade di più di 500 vetrine in tutto il mondo per difendere l’importanza della scienza nella società e nella politica. La marcia dalla scienza, che è iniziato nel rifiuto di Washington (USA) delle politiche di governo di Donald Trump, sarà la più grande protesta nella storia movimento guidato da quel gruppo.