L’UNICEF chiede di rispettare il diritto alla vita dopo l’attacco il Materno Infantil a Venezuela

Untitled
Gruppi armati hanno attaccato questo ospedale e 54 persone, compresi bambini e madri, devono essere eliminate. | Foto: AVN

I gruppi terroristici giovedì notte hanno attaccato l’Ospedale Materno Infantil del Valle, situata a Caracas, capitale del Venezuela. Dopo gli eventi del fondo delle Nazioni Unite per i bambini (Unicef, per il suo acronimo in inglese) chiamati a rispettare il diritto alla vita e per proteggere i centri di salute e in qualsiasi luogo dove si rivolgono a bambini, ragazze, adolescenti e altri gruppi vulnerabili.

Dopo attacco terroristico da gruppi di opposizione contro Materno Infantil #HUGOCHAVEZ a #Caracas, @UNICEF invita a rispettare il diritto alla vita. pic.Twitter.com/f5LvVw9T9A – Rolando Segura (@rolandoteleSUR) 21 aprile 2017 Unicef ha sottolineato nell’istruzione che deve essere garantita la protezione dei bambini e degli adolescenti in ogni luogo e tempo.

#ÚltimoMinuto | Così evacuato 54 bambini e nin@s della maternità del bambino nella valle che è stata attaccata da paramilitarizadas bande pic.twitter.com/63PeWL7pcV – Madelein Garcia (@madeleintlSUR) 21 aprile 2017 il ministro degli esteri del Venezuela, Delcy Rodríguez, ha denunciato il giovedì sera che bande armati dai settori del paese proprio attaccato menzionato centro salute. Alcuni 54 persone, tra cui madri e bambini detenuti, devono essere eliminate. 
 

Relazione alla comunità internazionale che ha assunti dall’opposizione di bande armate hanno attaccato un ospedale madre e bambino con 54 bambini – Delcy Rodríguez (@DrodriguezVen) 21 aprile 2017