Non non aiuto pace un’Ambasciata degli Stati Uniti a Gerusalemme ha detto Abbas

Untitled
Questo sabato è aperta l'Ambasciata di Palestina in Vaticano. | Foto: EFE

Questo sabato il presidente palestinese, Mahmoud Abbas, ha detto che “non aiuta alla pace” degli Stati Uniti (US) di trasferimento di Ambasciata di Israele a Gerusalemme come il Presidente eletto Donald Trump sostiene.

“Se questa sarà la decisione di Trump, non aiuterà alla pace e spero che ciò non accada”, ha detto Abbas da Roma, dove è l’incontro con il Papa Francisco prima della conferenza in Francia per la pace tra Oriente.
Dopo l’incontro con il leader massimo cattolica, il presidente palestinese ha partecipato all’inaugurazione dell’Ambasciata della vostra nazione in Vaticano, dopo all’esterno riconosciuto ufficialmente da esso sede Santa in un accordo tra di loro due stati pubblicati in mayo del 2015.
“Il Vaticano ha riconosciuto completamente per lo stato di Palestina,”, ha detto Abbas, che ha anche voluto “che altri Stati prendere esempio della Santa Sede”.
Il presidente palestinese è la voce di questo popolo che si stabilì intorno al mondo. “Noi, come i palestinesi, non stiamo dicendo ‘piu'”, ha detto Abbas in un’intervista con il quotidiano francese Le Figaro il venerdì venerdì scorso.

“Dopo 50 anni di occupazione del 2017 e 70 anni di dispersione dovrebbe essere l’anno di pace, giustizia e libertà per il nostro popolo”.

 
Il prossimo presidente degli Stati Uniti, il Trump repubblicano, promesso durante la campagna elettorale di spostare la sua nazione Ambasciata a Gerusalemme.
Loro autorità palestinese ha respinto di modo forza decisione di Trump perché garantire che costituisce una violazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle loro Nazioni Unite (UNSC) e contravviene a risoluzione 181 dell’Assemblea generale di loro delle Nazioni Unite (UNGA).

> Padre Francis ha ricevuto in udienza il Presidente della Palestina