Papa dice che i comunisti pensano come cristiani

Untitled
Francisco ha spiegato che la loro maggiore preoccupazione è il dramma dei rifugiati e degli immigrati. | Foto: Reuters

Padre Francisco ha dichiarato che “sono i comunisti che come cristiani”, per rispondere a se vorrei un partenariato di ispirazione marxista, in un’intervista pubblicata venerdì sul quotidiano italiano La Repubblica.
“Sono quei comunisti che la pensano come loro Christian”. Cristo ha parlato di una società dove i poveri, i deboli e gli esclusi sono quelli che decidono. “Non li demagoghi, loro Barabba, ma la gente, i poveri, che hanno fede in Dio o non, ma sono essi che avere che aiutano ad ottenere l’uguaglianza e la libertà”, ha spiegato il sumo Pontefice.
 

 

Francisco previsto che li movimenti popolari, a quello ricevuto in Vaticano fa quei giorni venire politica, “ma non il politicante, nelle loro lotte di potere, l’egoismo, nella demagogia, il denaro, ma nella creatività politica, alta e di grandi visioni”.

Papa esorta a diminuire la disuguaglianza il Pontefice ha spiegato che la loro maggiore preoccupazione è il dramma della loro rifugiati e immigrati.

“Dovete provare ad aumentare il benessere e la marca che si è diffusa più ampiamente, per raggiungerlo è necessario distruggerli muri che ci separano e compilazione li ponti, cosa vi permetterà di ridurre la disuguaglianza e rafforzare la libertà e la loro diritti fondamentali”.

“Anche alcune persone di basso reddito di quei paesi ricchi paura deve pausa gradita ai loro simili da paesi poveri (che) è un circolo vizioso che è”, ha aggiunto.

Francisco, ha chiesto circa la scelta di Donald Trump come nuovo Presidente degli Stati Uniti, ha dichiarato che “non emettere valutazioni” sul popolo, tra cui politici, e che solo siete interessati nel loro atteggiamento verso i poveri.