ONU conferma Russia sarà di 48 ore di tregua ad Aleppo

Untitled
Il piano delle Nazioni Unite per Aleppo include la riparazione del sistema elettrico. | Foto: Reuters

La Russia ha confermato alle Nazioni Unite (ONU), la sua intenzione di accettare una tregua di 48 ore nella città siriana di Aleppo, su richiesta dell’organizzazione di raggiungere con gli aiuti umanitari, ha detto Giovedi l’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria, Staffan de Mistura.

“La Russia ha detto di sì e adesso vogliamo le altre parti in conflitto a fare lo stesso”, ha detto Mistura, dopo aver verificato che l’ONU è tutto pronto per entrare contemporaneamente nella parte orientale della città.

>> ONU ha bisogno di 48 ore di tregua per assistere la popolazione di Aleppo
L’est della città di Aleppo, è controllata da gruppi terroristici del sedicente Stato Islamico (Daesh in arabo) e ad ovest, nelle mani delle forze governative e milizie alleate al governo di Bashar al-Assad, la lotta contro questi gruppi estremisti.

“I camion sono pronti ad andare quando riceviamo il messaggio”, ha detto De Mistura.

In questo contesto, il piano delle Nazioni Unite per Aleppo include la riparazione del sistema elettrico per avviare l’esecuzione delle centrali di pompaggio dell’acqua che servono 1,8 milioni di persone in entrambe le parti della città di nuovo.

>> Siria: bombardamenti russi frenare offensiva terroristica in Aleppo
Anche per l’accesso umanitario che ha tracciato un percorso dalla Turchia ad est di Aleppo, che si prevede per il transito di due convogli di camion di aiuti di 20 ciascuno, con il supporto per 80 mila persone.

Invece, l’assistenza per la parte occidentale di Aleppo partirà dalla capitale Damasco e entrare in quella zona nel sud della città, ha spiegato il coordinatore dell’operazione, Jan Egeland, in un aspetto prima della stampa.

“Abbiamo tutto pronto. Abbiamo discusso di come saranno sigillati camion, monitorati, e quello che verrà garantito che solo il carico umanitario nelle zone di combattimento, in modo che possiamo andare al più presto possibile”, ha detto Egeland.

>> Papa Francisco inaccettabile categorizza la guerra in Siria

Inoltre, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e il suo omologo statunitense, John Kerry si incontreranno il Venerdì a Ginevra con De Mistura, per discutere la situazione in Siria e le possibilità di ripresa dei negoziati politici per la pace.

Infine le Nazioni Unite, chiama per settimane che una tregua di 48 ore settimanali a Aleppo, dove si stima che vi siano circa due milioni di civili ricordare.

in un contesto
Più di 280.000 persone sono morte da quando è iniziata la guerra in Siria nel 2011.
La Russia è alleata con il governo guidato dal presidente siriano Bashar al Assad, mentre gli Stati Uniti invita entrambe le forze contengono l’esecuzione di operazioni offensive, così come è la responsabilità degli Stati Uniti che l’opposizione evitare queste operazioni, afferma il Segretario di Stato americano, John Kerry.

tag
ONU
Daesh
Staffan de Mistura
Bashar al Assad
Jan Egeland
Ginevra
medio Oriente

EFE

By: Telesur – rg – DF