Almeno seimila bambini honduregni sono stati espulsi dal Messico

lainfo.es-10143-3
Il Messico ha rimpatriato circa sei mila bambini honduregni finora quest'anno. (Foto: The Tribune).

Almeno seimila bambini honduregni sono stati deportati dal governo messicano da gennaio a giugno 2014. Lo ha annunciato un portavoce dello stato permanente di contingenza Commissione (Copeco), Rony Ortiz.
Lunedi ha rivelato che circa 58 bambini sono stati accolti in San Pedro Sula (Honduras a nord) dallo stato messicano del Chiapas (sud-est).
Ha detto che il numero degli immigrati honduregni è cresciuto del 24,5 per cento rispetto ai valori ottenuti nel 2013. Ha sostenuto che il numero di immigrati clandestini che entrano in Messico per raggiungere gli Stati Uniti, è diventato un grave problema per il governo messicana.
Da parte sua, il rappresentante della Direzione per i bambini, Gioventù e Famiglia in Honduras (DINAF) Alonzo Franklin ha detto Lunedi che il problema dei figli di migranti in Messico e negli Stati Uniti è stato per anni.
“La questione dei minori migranti esiste da diversi anni e finora è stata trattata come una vera e propria crisi umanitaria”, ha detto Alonzo.
Ha aggiunto che il governo honduregno ha lavorato per impedire la partenza dei bambini, giovani e adulti ad altri paesi illegalmente.
Si rammarica che i genitori e tutori saranno inculcare ai loro figli come fortunati potrebbero avere se vivono in America senza tener conto di tutti i rischi che corrono durante il viaggio attraverso il confine.I dati ufficiali confermano che il governo degli Stati Uniti finora questo anno, più di 47 mila bambini e ragazzi sono entrati nel paese illegalmente da paesi in gran parte dell’America centrale.