Ayatollah Khamenei: I media occidentali descrivono la guerra tra sciiti e sunniti

lainfo.es-10012-jamenei2
Il leader iraniano ha fortemente criticato gli Stati Uniti per il suo coinvolgimento nel Medio Oriente (Foto: File)

Il leader supremo dell’Iran, l’Ayatollah Ali Khamenei Sabato ha detto che il conflitto iracheno è un “confronto tra l’umanità e la ferocia barbarica” ​​e ha colto l’occasione per criticare il ruolo dei media legati ai poteri dell’Occidente, che a suo parere ritratta come una guerra scontri tra sciiti e sunniti.
“C’è una guerra tra sciiti e sunniti (…) è una battaglia tra coloro che sostengono e quelli che si oppongono al terrorismo è una guerra tra i fan dell’America e dell’Occidente, e coloro che sono a favore della nostra nazione” leader religioso iraniano ha detto.
Khamenei ha anche avvertito della chiara volontà delle potenze occidentali, che hanno sempre incoraggiato le divisioni etniche e religiose negli stati musulmani e ora “sogno di una guerra tra sciiti e sunniti” in Iraq.
Ha chiarito che il conflitto in Iraq “è un confronto tra l’umanità e la ferocia barbarica”.
Domenica scorsa, il leader supremo iraniano ha accusato gli Stati Uniti di cercare di riprendere il controllo dell’Iraq, in un momento in cui i terroristi dello Stato islamico per l’Iraq e il Levante (EIIL) anticipo e minacciano di raggiungere Baghdad dal confine siriano e consolidare le loro posizioni nel nord e ad ovest.
“Ci opponiamo con forza l’intervento americano in Iraq fanno un altro” aveva indicato Khamenei è stato citato dalla agenzia di stampa Irna.Con le sue dichiarazioni, l’Iran imposta il suo rifiuto ha approvato il piano degli Stati Uniti di inviare 300 soldati in Iraq, mentre la recente cooperazione regola la speculazione con Washington per difendere il suo alleato a Baghdad.