Costa Rica conferma il primo caso di chikungunya nel paese

lainfo.es-9955-infectados
Il primo caso confermato corrisponde a una donna di Costa Rica di 25 anni. Altri due casi sono in corso di valutazione. (Foto archivio)

Il primo caso confermato corrisponde a una donna del Costa Rica di 25 anni che ha sviluppato la grave situazione nella Repubblica Dominicana e poi viaggiato in Costa Rica, Venerdì il direttore della sorveglianza epidemiologica, Ministero della Salute di questo paese, Mary Ethel Trejos.
Egli ha osservato che le autorità sanitarie finora hanno escluso sette casi sospetti e due indicati come probabile (una donna di 63 e un 37).
Il virus si è diffuso in vari paesi dei Caraibi e dell’America Centrale, che è il motivo per cui ha raccomandato che i viaggiatori si proteggono con repellente, camicie a maniche lunghe e pantaloni lunghi.
Questo Venerdì, le autorità sanitarie del Nicaragua ha annunciato il decreto di emergenza nazionale, al fine di contrastare il potenziale per il virus di entrare nel paese e la diffusione, come in El Salvador e Panama. Anche se nessun caso, nicaraguensi devono essere previsti.
Chikungunya è una malattia virale trasmessa dalle zanzare come Aedes aegypti e Aedes albopictus, che produce febbre, rash, cefalea e dolore soprattutto nelle articolazioni che soggiornano più tardi.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha riferito quattromila 676 casi di chikungunya in America, 21 dei quali sono morti.