Almeno 10 morti nel naufragio lascia immigrati affrontano al largo della Libia

lainfo.es-8844-menos-muertos-naufragio-barco-inmigrantes-italia-libia_1_2069073
Per ora, le navi di soccorso italiane hanno salvato 39 naufraghi vivi e 10 sono stati trovati morti, tra cui sette donne. (Foto: Globedia.com)

Almeno dieci persone sono state uccise e una cinquantina sono stati dispersi in seguito al naufragio di un’imbarcazione al largo delle coste della Libia a viaggiare circa un centinaio di immigrati clandestini, segnalati dai media italiani di oggi.
Il relitto si è verificato nel pomeriggio locale di ieri 40 miglia al largo della costa della Libia, ha spiegato al quotidiano La Republica comandante della Marina Martino Baldari, il numero dei dispersi non è ancora chiaro, dato che i calcoli si basano sul dichiarazioni dei sopravvissuti, che hanno indicato che la barca ha viaggiato 98 persone.
Per ora, le navi di soccorso italiane hanno salvato 39 naufraghi vivi e 10 sono stati trovati morti, tra cui sette donne.
Secondo questi dati, Baldari osservato che il numero dei dispersi potrebbe avere 49. Attualmente navi italiane continuano la ricerca di dispersi.
Il capitano ha spiegato che uno dei sopravvissuti in uno stato di shock, perché lui dice che ha perso la moglie e il figlio e ha dichiarato che un altro è stato visto da team medico, che aveva gravi ustioni sono rimasti a contatto con il carburante vaso.
L’Italia continua a ricevere immigrati provenienti da Africa, che vengono salvate in mare dalle navi del dispositivo italiana di salvaguardia “Mare Nostrum”, lanciata il 3 ottobre, dopo la tragedia di Lampedusa, dove hanno ucciso più di 300 somali ed eritrei .Secondo i media locali, la nave della Marina Etna Italia va al porto siciliano di Palermo con 700 immigrati a bordo, che è atteso per domani calpestare il suolo italiano.
Inoltre, un altro 260 sbarcati la notte scorsa nel porto siciliano di Catania, dopo essere stato servito.