Brasile nega che Snowden ha concluso l’asilo

lainfo.es-7855-347309247_640
Il ministro degli Esteri brasiliano ha negato che l'Esecutivo ha parlato con Snowden su shelter (Foto archivio)

Il governo brasiliano ha negato Lunedi che exanalista della National Security Agency (NSA) Edward Snowden, fuggito in Russia, ha chiesto asilo in quel paese.
Parlando alla rete televisiva O Globo, il ministro degli Esteri, Luiz Alberto Figueiredo ha detto. “Quando arriva l’ordine, saranno analizzati non è arrivato”, ha detto.
Figueiredo ha offerto queste dichiarazioni, ore dopo la metà brasiliana in onda un’intervista in cui Snowden dice formalmente chiesto asilo nella nazione sudamericana.
“Il mio asilo in Russia scade all’inizio di agosto. Se ho impostato il mio Brasile (asilo), accetta volentieri. (…) Mi piacerebbe vivere in Brasile. In realtà, il governo hanno cercato asilo in Brasile “, ha riconosciuto Snowden.
Il exagente NSA trovato in Russia, ha annunciato che il paese sarebbe chiedere asilo. Egli ha anche detto: “Mi piace vivere in Brasile.”
“Quando ero in aeroporto (in Russia e il suo passaporto americano è stato annullato, dieci mesi fa) ha inviato una richiesta di diversi paesi. Brasile è stato uno di loro. Una richiesta formale”, Snowden ha detto.
Tuttavia, le autorità non hanno riconosciuto l’arrivo della domanda di asilo, che è stata una sorpresa per Snowden. “Forse pensano una procedura che non è stata seguita.”
I excontratista che è stata caricata nel loro paese di origine Stati Uniti di spionaggio, è stato concesso asilo in Russia nel mese di agosto del 2013, dopo il filtraggio dei documenti delle agenzie statunitensi, si resero conto che il loro intervento nel mondo.Tra i documenti inclusi spiare le comunicazioni del presidente, Dilma Rousseff, e la compagnia petrolifera Petrobras, spingendo il presidente a denunciare queste pratiche alle Nazioni Unite e annullare la sua visita ufficiale negli Stati Uniti lo scorso ottobre.